WIFI GRATIS IN TUTTA ITALIA, LA SFIDA DI WIFI.ITALIA.IT

PENISOLA CONNESSA

Connettersi ad internet in tutta la penisola grazie ad una rete nazionale unificata, che fornisca copertura wifi gratis a cittadini e turisti: la sfida alla connettività Italiana è ufficialmente partita!

WIFI CAPPUCCINOIl progetto, nato dalla cooperazione del ministero dello Sviluppo economico, del ministero dei Beni Culturali e Turismo e dell’Agenzia per l’Italia digitale, si pone l’obiettivo di fornire wifi gratis in tutta Italia, ed è stato presentato a Roma nel corso del convegno WiFi.Italia.It

La rete wifi gratis è già disponibile da oggi in alcune città del centro-Nord, ma stando a quanto riferito dagli addetti ai lavori, si estenderà a breve a tutti i capoluoghi italiani, fino a raggiungere un passo alla volta anche i comuni più piccoli.

Al momento, le prime postazioni di wifi.italia.it si trovano infatti a Roma, Milano, Firenze, Bari, ma anche nel Polesine, nella provincia autonoma di Trento e in Emilia Romagna.

L’accesso alla rete che porterà il wifi gratis in tutto il Bel Paese, sarà gestito dagli utenti attraverso la semplice registrazione via numero di telefono ad un’unica app nazionale, scaricabile direttamente su tutti i modelli di smarphone più comuni.wifi italia

L’iniziativa rappresenta sicuramente un passo in avanti verso il futuro digitale, e segue la linea tracciata dalla comunità europea, che aveva infatti già sollecitato l’Italia ad “aggiornarsi” in materia di connessione e rete internet alla portata di tutti;

La rete wifi gratis andrà a sostituire e migliorare le varie postazioni wifi cittadine e metropolitane già esistenti, raccogliendo e immagazzinando dati e preferenze di tutti gli utenti sotto un unico server.

A questo proposito il sottosegretario allo Sviluppo economico Antonello Giacomelli ha così commentato:

WIFI GRATIS“L’Italia sta recuperando su tutti gli aspetti della connettività. WiFi.Italia.it ci permetterà di avere una fotografia reale e completa del turismo del nostro paese. E per la prima volta, ad avere questi dati non sarà un gigante del web, ma un paese, il suo sistema pubblico, disponibile a collaborare con tutti e soprattutto con i giovani”.

Attendendo che la copertura di rete wifi gratis arrivi in tutte le piazze d’Italia, l’iniziativa di Wifi.italia.it avrà sicuramente risvolti positivi  sia per l’immagine che per l’efficienza del servizio pubblico del nostro paese.

TECNOLOGIA : ARRIVA HYDROGEN ONE, IL PRIMO TELEFONO A OLOGRAMMI

TEL OLO

Il progresso tecnologico non dorme mai. Procede spedito, affascina e incuriosisce i più, fino ad entrare nelle nostre case cambiando le nostre abitudini. Il telefono a ologrammi progettato dalla RED http://www.red.com, famosa azienda di videomaking, ha scombussolato il mercato, catalizzando l’attenzione di tutto il web.

Image uploaded from iOS (1)

Per gli appassionati di smartphone e tecnologia è senza dubbio la notizia del secolo: sarà finalmente possibile videochiamare i nostri amici con il telefono a ologrammi, e realizzare così il sogno di vedere “materializzato” davanti a noi il soggetto con cui stiamo parlando.

L’azienda non ha ancora voluto rivelare i dettagli tecnici del prodotto, poichè commercializzerà il primo telefono a ologrammi soltanto nel 2018.

Nel frattempo però è già partita sul sito www.red.com la modalità di vendita con prelazione, a prezzi “agevolati”. Il costo per il primo telefono ad ologrammi mai creato dall’uomo è comunque molto alto: 1195 dollari per la versione di fascia più bassa in alluminio e di 1595 dollari per quella “premium”, con cassa di titanio.

jkl iOS (1)Quello che è già stato etichettato come lo “smartphone del futuro” si chiama Hydrogen One e sarà equipaggiato con il sistema operativo Android. Tra le sue particolarità prevede il display olografico da 5,7 pollici che, sfruttando nanotecnologie non ancora specificate, riuscirà a mostrare ologrammi tridimensionali con audio e stereo, senza alcun bisogno di occhiali o strumenti aggiuntivi per la realtà aumentata.

Il primo telefono a ologrammi, sarà dunque dotato delle migliori tecnologie del settore, giustificando la spesa da parte dei fan. Videochiamare in stile “StarWars” non sarà più fantascienza grazie alla RED, che non ha ancora rilasciato notizie ufficiali circa l’eventuale disponibilità di Hydrogen One al di fuori del mercato americano.

Nei prossimi mesi si avranno sicuramente maggiori dettagli riguardo alla diffusione sul mercato e alle specifiche tecniche del primo telefono a ologrammi.

booAd ogni modo, RED potrebbe aver scritto una pagina epocale della tecnologia a portata di palmo, con il telefono a ologrammi che consentirà di sfondare il muro “fisico” tra immagine e materia.

5 CLASSICI TIPI DA SPIAGGIA

HOMER SPIAGGIA

Luglio è finalmente arrivato portando con sè il caldo sole estivo, e i litorali di tutta Italia iniziano a riempirsi di tipi da spiaggia delle peggiori specie.

Che stiate già con le valigie in mano, pronti per partire, o invece in ufficio a pregare Dio che Agosto si sbrighi ad arrivare, abbiamo stilato per voi la classifica dei tipi da spiaggia che anche quest’anno affolleranno i lidi italiani.

#IL PANNELLO SOLARE:

Per molti avere l’abbronzatura perfetta è un obiettivo fondamentale della stagione estiva. Il pannello solare, però, la prende quasi sul personale: è una sfida contro se stesso.

Che si trovi a Ladispoli o a Tropea, il pannello solare sfoggerà un abbronzatura caraibica: merito delle sessioni intensive di lettino a cottura lenta. Abbronzato da far schifo già dai primi di Giugno, guarderà dall’alto in basso voi poveri “visi pallidi”.

CARLO CONTI ABBRONZATO

#L’ATLETA:

Nella classifica dei tipi da spiaggia non poteva assolutamente mancare lui, il pluripremiato campione di pentathlon dello stabilimento;

Non importa quale gioco vogliate fare con lui, dai tornei di tresette sfidando i vecchietti sotto all’ombrellone alla partita a racchettoni sul bagnoasciuga: non sarà mai stanco di scaricare la sua iperattività con voi.

Guai a non farlo perdere però: l’atleta infatti è molto geloso della sua reputazione, e se non vi doveste dimostrare dei compagni di squadra all’altezza, state sicuri che vi licenzierà in un battito di ciglia.

BOBO VIERI

#IL MOLESTO:

La cafonaggine italiana batte qualsiasi concorrenza mondiale, lo sappiamo.

Il molesto è, dei tipi da spiaggia, il più difficile da sopportare; anche un maestro zen infatti perderebbe la pazienza di fronte al suo stato di ebrezza costante, per niente scalfito dai 40° gradi percepibili nell’aria.

Dio li fà e poi li accoppia, dice il proverbio, e difatti il molesto trascina spesso con sè i suoi fidati amici caciaroni: risultato? Partite di calcetto dribblando lettini, urla da stadio che neanche in salumeria e la chicca finale: musica di merda sparata a tutto volume dalle casse portatili. What else?

VERDONE CAFONE

#IL BODYBUILDER:

Tra i tipi da spiaggia, c’è solo una categoria che batte il pannello solare in quanto a narcisismo: il bodybuilder.

E’ talmente grosso e pompato che il vostro materassino da mare in confronto è una piattissima tavola da surf. La sua principale abilità consiste nel muoversi come un gorilla, ostentando ad ogni passo la sua fisicità;

Generalmente si accompagna con la bodybuilder tatuata, e beve birra Corona dalle 5 del pomeriggio. Occhiali da sole alla Schwarzenegger, costume a mutanda ed esce a comandare.

BATISTA

#IL PIACIONE:

La stagione estiva, si sa, è la stagione degli amori, e il piacione aspetta tutto l’anno che arrivi proprio questo momento per sfoderare le sue affinatissime tecniche di rimorchio.

Arrivato in spiaggia, scannerizzerà una ad una le possibili prede, per poi stilarne un’attenta classifica. Individuato il bersaglio più abbordabile, inizierà il suo volo del condor, planando intorno  all’obiettivo.

Dal classico “Scusa hai un accendino”, potrebbe ricorrere in caso di bisogno alle maniere forti, riempendovi di complimenti ai limiti dello stalkeraggio. “Te lo ha mai detto nessuno che quando sorridi la spiaggia s’illumina?”.

Le opzioni sono due: o lo assecondate facendovi offrire un paio di birre, oppure non mollerà fino al tramonto. Un finto amico-fidanzato potrebbe essere la soluzione ideale per farlo desistere.

Quagmire

E voi, che tipi da spiaggia avete incontrato?

TEST D’AMMISSIONE FACOLTA’ A NUMERO CHIUSO: DATE E MODALITA’ 2017

test chiuso

Per migliaia di studenti di tutta Italia gli esami di maturità non sono ancora finiti, ma è già arrivato il momento di pensare ai test d’ammissione per accedere alle facoltà a numero chiuso. Come ogni anno il MIUR ha diramato un comunicato, chiarendo  quali siano i passaggi necessari per partecipare ai test d’ammissione per i vari corsi di studio.

fry futuramaLa normativa riguardo i test d’ammissione per le facoltà a numero chiuso infatti prevede delle rigide scalette e scadenze da rispettare.

Gli atenei che prevedono il test d’ammissione a numero chiuso sono, anche quest’anno: Medicina, Veterinaria, Professioni Sanitarie, Architettura e Scienze della Formazione Primaria.

In questa breve guida sono riassunti gli atenei con il test a numero chiuso e le rispettive modalità d’ammissione: tutto quello che c’è da sapere riguardo posti disponibili, pubblicazione dei risultati e le graduatorie a scorrimento.

TEST MEDICINA E ODONTOIATRIA 2017: IL BANDO

Per quanto riguarda Medicina e Chururgia e Odontoiatria il test d’ammissione sarà lo stesso in tutte le sedi d’Italia. La data scelta dal ministero è il 5 settembre alle ore 11.00, e i candidati saranno sottoposti a un test composto da 60 domande, con 100 minuti di tempo a disposizione.

I posti disponibili sono 9.100 per Medicina e Chirurgia e 908 per Odontoiatria.

Le iscrizioni al test a numero chiuso apriranno il 3 Luglio, e verranno chiuse il 25 Luglio. Le graduatorie con i risultati, invece, saranno disponibili dal 3 Ottobre.

test numero chiusoTEST MEDICINA IN LINGUA INGLESE 2017

Per quanto riguarda invece la facoltà di medicina in lingua inglese il test d’ingresso a numero chiuso si svolgerà il 14 settembre, con le stesse modalità del test d’ingresso per medicina in italiano:100 minuti nei quali svolgere 60 domande.

I posti disponibili sono 501.

Le iscrizioni al test a numero chiuso saranno aperte dal 3 luglio al 25 luglio sul sito Universitaly.

La prova potrà essere svolta a di Bari, Milano, Bologna, Pavia, Roma (La Sapienza e Tor Vergata), Napoli (Federico II e Luigi Vanvitelli), Siena e Torino.

La graduatoria finale del test a numero chiuso sarà pubblicata l’11 Ottobre.

TEST VETERINARIA 2017

Il test d’ingresso a numero chiuso di Veterinaria si svolgerà il 6 settembre 2017 alle ore 11.00, e prevede 60 domande da svolgere in 100 minuti.

I posti disponibili sono 655.

Le iscrizioni saranno aperte dal 3 al 25 Luglio, mentre la graduatoria verrà pubblicata il 3 ottobre.

TEST ARCHITETTURA 2017

Per la facoltà di Architettura, il test a numero chiuso prevede 60 questi a risposta multipla da svolgere in 100 minuti. Il test d’ingresso si svolgerà in tutta Italia il 7 settembre alle ore 11.00.

I posti disponibili ad oggi sono 6.873.

Le iscrizioni avverranno sul sito Universitaly dal 3 al 25 Luglio, mentre la graduatoria nazionale sarà consultabile il 3 Ottobre.

laureatiTEST PROFESSIONI SANITARIE 2017

Il test d’ammissione per Professioni Sanitarie si volgerà nazionalmente il 13 settembre 2017 nonostante le domande verranno redatte dai singoli atenei, attenendosi alle direttive del Miur.

La prova d’ammissione consisterà comunque in 60 domande da svolgere in 100 minuti.

I posti disponibili saranno assegnati dal Ministero e suddivisi tra i singoli corsi di laurea. Per avere maggiori informazioni è necessario consultare il sito del MIUR.

TEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA 2017

Il test a numero chiuso per accedere alla facoltà di Scienze della Formazione Primaria sarà redatto dai vari atenei, che si atterranno alle direttive del ministero.

La data scelta per la prova è il 15 settembre.

Il test a numero chiuso sarà composto da 80 domande a risposta multipla così suddivise:

40 di competenza linguistica e ragionamento logico, 20 di cultura letteraria, storico-sociale e geografica e 20 di cultura matematico-scientifica, con 150 minuti a disposizione dei candidati.

I posti disponibili sono 6.399.

Per chi volesse leggere il bando completo riguardante tutti i test d’ammissione a numero chiuso per i vari atenei, è disponibile sul sito del MIUR al seguente link:

http://www.miur.gov.it/web/guest/-/modalita-e-contenuti-delle-prove-di-ammissione-ai-corsi-di-laurea-e-di-laurea-magistrale-a-ciclo-unico-ad-accesso-programmato-nazionale-a-a-2017-2018

LIBRI SCOLASTICI GRATUITI NELLE ZONE COLPITE DAL TERREMOTO

SCUOLA TERREMOTO

Anche nei comuni del centro-Italia, scossi dai diversi sciami sismici degli ultimi mesi, a Settembre ricomincerà l’anno scolastico, e il governo ha fatto sapere che fornirà libri scolastici gratuiti a tutte le famiglie che lo richiederanno.

cartello scuolaIl sistema scolastico deve essere una priorità se si vuole avviare un processo di ricostruzione, e così

il Ministero dell’Istruzione e l’Associazione Italiana Editori hanno siglato un accordo per la fornitura dei libri scolastici gratuiti in tutte le aree colpite dal sisma.

Il nuovo accordo allarga la base del precedente, siglato nell’autunno del 2016 per la fornitura di libri scolastici alle ragazze e ai ragazzi di Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e Acquasanta Terme, espandendo l’iniziativa agli alunni di tutte le zone interessate.

libri scolastici

Saranno infatti oltre 140 i comuni che potranno godere dell’agevolazione per i libri scolastici gratuiti, rendendo, per quel che si può, meno amaro il ritorno tra i banchi dei ragazzi e sgravando le famiglie dalla spesa per i libri scolastici.

Nei prossimi giorni il ministero girerà agli istituti delle zone interessate una circolare, che servirà a spiegare le modalità per accedere all’agevolazione. Gli istituti avranno tempo fino al 15 Luglio per comunicare al Miur i nominativi dei ragazzi che potranno usufruire di questo aiuto, e per scegliere i libri scolastici da adottare per il nuovo anno.

banchi scuola

L’accordo governo-AIE prevede la fornitura di libri scolastici gratuiti per i prossimi 2 anni, a partire da Settembre 2017.

Se la ricostruzione fisica dei luoghi colpiti dal terremoto procede a rilento, quantomeno il diritto allo studio dei ragazzi verrà riconosciuto, come primo passo per il graduale ritorno a una vita quanto più vicina possibile al “normale”.

LA TERZA PROVA, TUTTO E’ AMMESSO

TELEFONI TERZA PROVA1

La terza prova della maturità è l’ultimo dei tre compiti che compongono “gli scritti” dell’esame di stato.

Anche quest’anno, la tipologia più scelta dalle varie commissioni d’esame per la terza prova sarà la “A”, che prevede un massimo di 5 quesiti, anche a carattere pluridisciplinare, con una risposta che può variare dalle 10 alle 20 righe, a discrezione della commissione.

#LA PIU’ TEMUTA.

La terza prova è probabilmente quella più temuta dai ragazzi maturandi, perchè è quella che può riservare il maggior numero di incognite. Durante la terza prova, infatti, il fattore sorpresa è sempre dietro l’angolo. Può succedere davvero di tutto, in qualsiasi momento.

La leggenda vuole che la notte prima della terza prova, i commissari esterni si trasformino come i lupi mannari, diventando in un attimo dei cacciatori infallibili di qualsiasi tentativo eversivo da parte dei ragazzi.

PROFESSORE FOTO2

La terza prova è la più infame di tutte. Essendo preparata direttamente dalla commissione, può infatti essere ferro ed essere piuma; molto dipenderà dal possibile intervento in vostra difesa dei professori interni, per bilanciare il compito con domande abbordabili.

#IL FATTORE CULO.

Il fattore “botta di culo”, necessario d’altronde anche in tutte le altre prove d’esame, inciderà pesantemente sull’esito del compito, perchè la terza prova è un test da dentro o fuori, in cui si fanno pochi prigionieri e in cui è difficile arrampicarsi sugli specchi, se non si ha almeno un’idea di base dell’argomento della domanda.

MEDUSA ROSA

#L’IMPORTANTE E’ SFANGARLA.

I copiatori incalliti dovranno dunque strare con le antenne dritte, e sfruttare al costo della vita ogni secondo senza il controllo dei professori, per chiedere aiuto ai propri compagni fidati o sfoderare i vari telefoni, bigliettini e tutto ciò che possa contribuire a sfangarla. L’astuzia può fare la differenza.

Sempre la leggenda vuole anche che alcuni professori, un pò bonaccioni e schierati dalla parte dei ragazzi, arrivino addirittura ad accordarsi con gli studenti, “aum aum”, passandogli in anticipo le domande. Succede, raramente ma succede, e per chi deve affrontare la terza prova si tratta davvero di manna dal cielo.

Se vi è capitato, andate a fare un bel pellegrinaggio, siete davvero fortunati.

FESTEGGIAMENTI 4

E così, finito il compito, potrete lasciarvi la terza prova alle spalle, e con lei la parte più difficile dell’esame di maturità.

Scrollate via le ansie e le pressioni del corridoio e superati gli scritti, inizierà infatti la discesa che porta dritta all’esame orale, l’ultimo scoglio che vi separa dalla piena maturità e dalle meritate e sudate vacanze.

NASA, SUCCESSO KEPLER: SCOPERTI 10 NUOVI PIANETI ABITABILI 

kepler

L’universo non finisce mai di stupire. La NASA, diffondendo gli ultimi dati del telescopio spaziale Kepler, ha annunciato la scoperta di 219 possibili pianeti, di cui 10 sarebbero “pianeti abitabili”.

galassia

L’annuncio di oggi è solo l’ennesimo successo del super-telescopio Kepler, che ha iniziato a esplorare lo spazio nel lontano 2009, arrivando a scoprire oltre 4.034 corpi celesti: di questi, 2.335 sono stati verificati come “nuovi pianeti” di cui fino ad oggi si è ignorata l’esistenza, e più di 30 di questi stati invece definiti come “pianeti abitabili”.

Questi 10 possibili gemelli della Terra, sono grandi più o meno quanto il nostro pianeta e si trovano nella cosiddetta fascia abitabile, cioè alla giusta distanza dalla propria stella di riferimento per poter avere acqua liquida in superficie.

kepler illustrazione

L’ipotesi che si possano trovare forme di vita su questi pianeti abitabili non sono dunque così remote.

La notizia dà sicuramente ancora più slancio alle compagnie spaziali che da una decina di anni a questa parte stanno investendo montagne di capitali per studiare la fattibilità della “colonizzazione dello spazio”, che a detta di molti sarà la rivoluzione del secolo che stiamo vivendo.

Jeff Bezos, multi-miliardario imprenditore americano, ha lanciato la scommessa del turismo spaziale con la sua navicella Blue Origin, che dovrebbe essere collaudata e pronta per il primo lancio nel 2018.

kepler telescopio

La scoperta di nuovi pianeti abitabili non ferma però la sete di scoperta dei ricercatori NASA, che già nell’estate di due anni fa avevano scoperto Kepler452b, ritenuto come il  pianeta più simile alla Terra per possibili condizioni abitative.

Sono infatti in corso gli studi di fattibilità di un lancio umano verso il “gemello della Terra”, come confermato da Paolo Nespoli, astronauta e ingegnere NASA che ha dichiarato: “E’ solo questione di tempo, ci arriveremo”.

Aspettando le vacanze spaziali, oggi abbiamo una certezza rispetto a ieri: esistono 10 pianeti abitabili in più al di fuori della Terra.

LIBRI SCOLASTICI A DOMICILIO: UN SERVIZIO UTILE, COMODO E INNOVATIVO

coffee break

Libri Scolastici a Domicilio, per gli amici LSD, è un’attività nata due anni fa dall’incontro di due ragazzi romani, Oliviero e Valerio.

13709924_1094870873921271_7844074274967319176_nIl servizio di compravendita dei libri scolastici a domicilio ha riscosso subito un discreto successo tra gli utenti, partendo dalla rete per poi entrare fisicamente nelle case di tantissimi romani.

Ciò che ha reso unico e veramente efficace il progetto di LSD è stata sicuramente la vendita e il ritiro dei libri scolastici a domicilio, opportunità che solleva chi deve vendere o acquistare i libri di testo dall’inevitabile routine che il mercato aveva imposto fino a due anni fa: caricare faticosamente i libri e portarli nei vari mercatini dei libri scolastici usati sparsi in giro per la città.

Chi è di Roma capirà quanto stiamo dicendo: spesso ci si ritrovava a girare per la città con bustoni carichi di libri scolastici, sotto il sole di Luglio, e si tornava a casa delusi e con pochi euro in mano.

Le edizioni dei libri scolastici infatti, come sicuramente saprete, cambiano di anno in anno, e non è raro che provando a vendere i libri ai mercatini dell’usato siano più quelli scartati che quelli che effettivamente vengono “presi” come buoni.

Libri Scolastici a Domicilio ha eliminato questo tipo di stress, dato che chi usufruisce del servizio manda preventivamente una foto dei propri libri scolastici usati impilati via Whatsapp, e riceve immediatamente la risposta su quali siano i libri che possono essere presi e quali invece quelli da scartare.

Per chi poi deve comprare  i libri scolastici in vista dell’anno successivo, il discorso è ancora più semplice: basta  inviare, sempre via Whatsapp, la lista dei libri del nuovo anno, prenotare l’appuntamento e aspettare che gli stessi vengano recapitati direttamente a casa.. Niente di più facile!

oli vale andre trentoLibri Scolastici a Domicilio è anche indice di serietà. Trattando un mercato molto competitivo e poco regolamentato (quasi una giungla), LSD ha voluto tutelare i propri clienti con la formula “soddisfatti o rimborsati”. I libri scolastici vengono selezionati dal nostro staff al momento del ritiro, con una particolare attenzione al fatto che non siano rovinati. Trattando l’usato è infatti fondamentale mantenere comunque uno standard qualitativo alto.

In caso il prodotto non rispetti le aspettative del cliente, lo stesso ha diritto al rimborso o se preferisce alla sostituzione entro il 30 Ottobre.

LSD è senza impegno! Se durante la nostra visita non siete soddisfatti del servizio potete ovviamente decidere di non concludere l’affare, senza costi aggiuntivi!

La nostra valutazione è assolutamente trasparente. Libri Scolastici a Domicilio acquista i libri scolastici usati al 15-35% del prezzo di copertina, e vende con uno sconto del 30-50% rispetto al prezzo dei libri scolastici nuovi.

Chi frequenta i mercatini dei libri usati sa che questi sono  i prezzi di mercato, ma Libri Scolastici a Domicilio è l’unica azienda a offrire il ritiro gratuito a domicilio.
Per la consegna dei libri acquistati, invece, basta la piccola aggiunta di 5€ per un numero di libri acquistati inferiore a 5, e di 0,50 € a libro per un numero superiore di libri acquistati!

lsd ragazzi 2

Ma LSD non è solo compravendita di libri scolastici a domicilio. Il progetto è molto più ambizioso!

Il nostro obiettivo è quello di creare una vera e propria comunità scolastica in rete, che coinvolga allo stesso tempo ragazzi e adulti. Per questo la nostra pagina Facebook e il nostro sito internet sono aggiornati giornalmente con tantissimi contenuti come articoli su scuola e cultura o immagini e video divertenti, per una lettura di piacere o una semplice “risata veloce”.

Che altro aggiungere, il progetto è avviato, LSD è già entrato nelle vostre case lasciando tantissimi clienti soddisfatti: guardare vostre le recensioni sulla nostra pagina Facebook “LSD – Libri Scolastici a Domicilio” per credere!

TELEFONIA: ADDIO AL ROAMING DATI. INTERNET ALL’ESTERO NON SARA’ PIU’ UN INCUBO.

copertina roaming

Oggi, 15 Giugno, è una giornata di svolta per tutte le persone che amano viaggiare, ma che senza il loro telefono e la loro connessione si sentono perse: da oggi infatti internet all’estero, il cosiddetto “roaming dati” sarà accessibile consumando il nostro comune abbonamento italiano, senza costi aggiuntivi.

telefono europaMa non solo connessione dati: gli utenti di telefonia mobile in viaggio in altri paesi dell’Unione Europea potranno effettuare telefonate, inviare messaggi di testo o navigare in rete internet all’estero senza pagare sovrapprezzi.

Questa novità si applica a coloro che vivono in Europa e si recano in altri paesi dell’Ue “per lavoro o per svago”.

La normativa europea che ha consentito la parificazione dei costi di internet all’estero a quelli nazionali, consente alle compagnie telefoniche di stabilire un tetto massimo alla quantità di traffico roaming dati che gli utenti possono utilizzare, per evitare abusi.

Alla tariffa base, infatti, gli operatori possono aggiungere un piccolo aumento (massimo 3,2 centesimi/minuto per una chiamata, 1 centesimo per messaggio, per i dati un massimo di 7,7 euro per gigabyte di internet all’estero) nel caso si rendano conto che l’utente consuma più traffico nel paese in cui “viaggia” che in quello di provenienza.connessione mondiale

Per chi trascorre lunghi periodi all’estero, come ad esempio gli studenti Erasmus, potrà avvalersi delle stesse condizioni tariffarie sia nel proprio Paese di residenza sia in quello ospitante, dopo aver comunicato la propria situazione.

operatori telI Tre colossi che si dividono il mercato italiano, Tim, Tre (Wind) e Vodafone si sono uniformati alle novità sulla tariffazione europea, con qualche eccezione:

Vodafone introdurrà le modifiche e parificherà i costi “italiani” ed esteri a partire dal 15 Giugno.

Tre (Wind) invece ha già dato il via al cambiamento da quasi un mese: dall’8 Maggio infatti gli utenti possono navigare in internet all’estero, chiamare e mandare sms allo stesso prezzo del loro abbonamento.

Hanno dovuto aspettare invece i clienti Tim, che hanno visto parificati dalla fine di Maggio i costi per chiamate ed sms, mentre per quanto riguarda il roaming dati, ovvero il consumo di internet all’estero, Tim livellerà i prezzi a partire dal 15 Giugno.

A partire da oggi, Giovedi 15 Giugno dunque, sarete liberi di chiamare i vostri cari da tutta Europa senza l’incubo di spendere un patrimonio e potrete condividere i momenti più belli delle vostre vacanze grazie alla connessione internet all’estero in tutta tranquillità!

MIGLIORI UNIVERSITA’ DEL MONDO:  QUATTRO ITALIANE TRA LE PRIME DUECENTO

università

Non era mai successo prima: quattro università italiane sono state inserite nello speciale Qs, il World University Ranking, la classifica delle migliori università del mondo redatta ogni anno.

qs rankingPer stilare la classifica delle migliori università del mondo, Qs dal 2004 prende in esame vari parametri importanti per la vita di un ateneo: dalla quantità di risorse impiegate per l’insegnamento all’occupabilità dei laureati, passando per il tasso di internazionalità (ovvero la quantità di studenti internazionali in assoluto e rispetto al corpo docente), ritenuto indice di competitività a livello globale e fondamentale per un’università.

Tra le migliori università del mondo, o meglio tra le prime duecento, per la prima volta dal 2004 troviamo quattro atenei italiani: in testa tra le università della penisola, infatti, svetta il Politecnico di Milano, al 170mo posto, con 13 posizioni guadagnate rispetto all’anno scorso; segue l’università di Bologna (188ma, sale di 20 posizioni) e per la prima volta entrano nella classifica la Scuola Superiore Sant’Anna Pisa e la Scuola Normale Superiore (entrambe al 192/o posto).

uni libraryA guidare la scena delle migliori università del mondo, senza troppe sorprese, ancora una volta gli atenei americani: nella speciale classifica, infatti, al primo posto si afferma per il sesto anno consecutivo il Massachussett Institute of Technology (Mit). A seguire nel podio, il secondo e terzo posto sono occupati dalle università di Stanford e Harvard, mentre il California Institute of Technology sale al quarto posto.

Il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli ha espresso il suo orgoglio rispetto ai risultati che vedono per la prima volta quattro atenei italiani tra le migliori università del mondo. E’ comunque un buon risultato, nonostante ci sia ancora molto da lavorare.

Nella classifica delle migliori università del mondo si sono registrati risultati positivi anche per gli altri atenei di punta italiani, come La Sapienza, l’Università di Padova e l’Università di Milano, che rispetto all’alla versione 2016 del Qs ranking hanno tutte migliorato la loro posizione.

uni cap