Home LSD
Il Blog
degli studenti
Login Link Facebook Link Instagram
LSD - Lo sapevi del… Club 27 pt.2: Jimi Hendrix
Valerio Cianfanelli 23-12-2017 16

Come già accennato nella scorsa edizione, LSD ha dato il via ad un mini ciclo che parlerà del Club 27 e degli artisti che sfortunatamente ne fanno parte. Ebbene sì, sfortunati, perché in questo club sono entrati rocker di fama mondiale che hanno perso la vita, il più delle volte tragicamente, alla giovane età di 27 anni.

Chissà quanti pezzi di storia in più ci avrebbero potuto regalare artisti del calibro di Jonis Joplin, Jim Morrison o Jimi Hendrix.

 

In “LSD - Lo sapevi..” di oggi parleremo proprio dell’ultimo sopracitato: Jimi Hendrix.

Chitarrista, cantante e giovane ribelle James Marshall Hendrix nasce a Seattle nel 1942, la madre aveva solo diciassette anni il giorno della sua nascita e morì anche lei molto giovane. Già da bambino Hendrix dimostrò passione verso la musica, infatti si costruì un cordofono con una scatola di sigari e degli elastici, strumento caratteristico per i poveri ed esordienti chitarristi Blues.

 

La prima volta che Jimi impugnò un vero strumento fu quando decise di imparare a suonare la chitarra, ma non potendo permettersene una da mancini iniziò ad imparare con una per destri. Il risultato fu sconvolgente, un giovane ragazzo che prende in mano uno strumento musicale per la prima volta per di più non adatto a lui. Hendrix imparò nel giro di poco tempo a suonarla capovolgendola e questo ne contribuì ad accrescere la fama lungo la sua carriera.

Era un chitarrista atipico, non di quelli puliti e perfetti, i suoi suoni da autodidatta erano grezzi e ipnotizzanti allo stesso tempo. La sua carriera ebbe inizio in concomitanza del servizio militare che prestò a Fort, in California, dove conobbe il bassista Billy Cox con il quale diede vita ad un gruppo chiamato King Kasuals.

Ma facciamo un passo indietro.. Jimi, come accennato, era un giovane ribelle ed il motivo che lo portò ad arruolarsi fu un arresto avvenuto a Seattle nel ‘61 : dei poliziotti lo beccarono a bordo di un'auto rubata ed i giudici lo misero di fronte ad una scelta: la prigione o il servizio militare. Chiaramente il futuro chitarrista optò per la seconda, anche se non completò mai il suo addestramento, si dice per il gran numero di illeciti compiuti anche sotto le armi.

 

Chi lo scoprì musicalmente invece fu Chas Chandler, il bassista dei The Animals, quelli della forse più celebre versione di ‘The house of the rising sun’ per intenderci (che in realtà non era nulla di più che un vecchio canto popolare di New Orleans risalente alla prima metà dell’ottocento ndr.). Jimi si trasferì a Londra in cerca di maggior fortuna è fu proprio qui che incontrò Chandler che lo inserì nel panorama musicale dopo averne apprezzato le doti.

 

Hendrix aveva un idolo: Eric Clapton, già allora maestro della chitarra, con il quale avrebbe voluto fortemente suonare; così il buon Chandler decise di organizzare un incontro tra i due durante un concerto dei Cream. Quello che avvenne ha dell'incredibile: Hendrix fu invitato sul palco a suonare insieme a Clapton ed ai suoi Cream - dopo aver fatto non poche pressioni sullo stesso Clapton nel backstage, insieme a Chandler - e da quel momento stregò tutti.

Iniziò a suonare in un gruppo con il quale non aveva mai suonato prima in una maniera talmente naturale che ha dell'incredibile - racconta proprio Clapton - ma non si limitò solo a svolgere il suo compito, anzi diede spettacolo. Mise in mostra tutte le sue abilità non solo musicali ma anche a livello di presenza scenica: suonò sdraiato per terra, con i denti e con la chitarra dietro la testa e stupì proprio tutti, per primo lo stesso Clapton che ad un certo punto decise di smettere di suonare, scese dal palco e si mise seduto tra il pubblico ad ammirare lo spettacolo.

 

Da lì iniziò una forte amicizia tra i due, anche se lo stesso Clapton ammette di essere stato spaventato ed affascinato dal mostruoso talento di Jimi. Sempre il chitarrista americano racconta che il giorno prima della prematura scomparsa di Hendrix gli comprò una Fender Stratocaster bianca per mancini, che aveva visto in vetrina in un negozio di musica e la ritenne subito adatta al suo genio ed alla sua personalità. Sfortunatamente il regalo non arrivò mai a destinazione.

 

Hendrix era una persona che tendeva agli eccessi, specialmente sul palco, ma all'occorrenza sapeva essere anche un vero e proprio professionista. A conferma di questo rimase storica la sua performance a Monterey nella quale mimò dei rapporti sessuali con la sua Fender ed alla fine del concerto la distrusse sbattendola violentemente a terra per poi darle fuoco (chitarra che ora si trova all’Experience Music Project di Seattle). Ma si sa anche che registrò 43 versioni diverse della canzone “Gipsy Eyes” prima di trovare quella più adatta.

Le sue performance non sono sempre state impeccabili come si pensa. Anche a Woodstock Hendrix ebbe vari problemi con la band che lo accompagnava e con i tecnici del suono, la sua performance fu pregiudicata anche dal fatto che iniziò a suonare all’alba, quando la stanchezza si iniziava a far sentire. Celebre comunque rimane la sua rivisitazione dell’inno americano in quel concerto. Ma questa non fu la sua peggiore esibizione, si racconta che nel settembre del ‘70, a pochi giorni dalla sua morte, il chitarrista venne addirittura contestato e fischiato dal pubblico durante il Festival di Fehmarn in Germania.

 

Hendrix, che morì a causa di un cocktail di farmaci ed alcol, è uno dei pochissimi chitarristi a cui sono dedicati degli accordi ‘Hendrix Chords’ che sono usati sia in ‘Foxy Lady’, sia in ‘Purple Haze’.

HOT TOPIC
5 EURO PER UN ANNO DI MUSEI A ROMA. COME? CON LA TESSERA MIC.
Nasce MIC , la tessera annuale che permetterà l'accesso illimitato a tutti i musei pubblici della capitale, comprese le mostre temporanee.
1608
LA MARIJUANA LEGALE INVADE ROMA: ECCO DOVE TROVARLA
Marijuana legale? Si. Dove trovarla? QUI:
725
CROLLA TETTO DEL LICEO VIRGILIO DI ROMA
Crolla una parte del solaio dell'istituto. Studenti evacuati gridano la loro rabbia su Facebook:" tragedia sfiorata"
571
5 METODI DI STUDIO MIGLIORI DEL TUO (E 5 DA EVITARE)
Se credete di avere un metodo di studio estremamente utile ed efficace, forse è arrivato il momento di ricredersi. Lo dice la scienza.
553
AMAZON KEY, IL PRODOTTO ARRIVA A CASA ANCHE QUANDO NON CI SEI
"Not at home? Not a problem": Amazon prende in prestito le tue chiavi di casa e consegna il prodotto anche se non sei fisicamente presente. 
431
5 BUONI MOTIVI PER FIDANZARSI CON UN RAGAZZO DEL CLASSICO
Stilosi, intellettuali, romantici: fidanzatevi con un ragazzo del classico!
413
Finché c'è bagno c'è speranza
Il bagno rappresenta l'unica via di fuga, l'unica salvezza per milioni di studenti. libri scolastici a domicilio.
398
STICKERS FESTIVAL: 2^ EDIZIONE DEL FESTIVAL DEGLI ADESIVI DELLA CAPITALE
Torna lo Stickers Festival di Roma, una manifestazione ad hoc per gli amanti e i collezionisti di adesivi della capitale.
392
COME STUDIARE VELOCEMENTE? TECNICHE DI LETTURA VELOCE E MEMORIZZAZIONE
Studiare velocemente non sarà più impossibile con le tecniche di lettura veloce e memorizzazione!
387
5 CLASSICI TIPI DA SPIAGGIA
Abbiamo stilato per voi la classifica dei tipi da spiaggia che anche quest’anno affolleranno i lidi italiani.
383
MEME
SONDAGGIO
SCENA MUSICALE EMERGENTE

APPREZZI IL NUOVO STILE "TRAP"?