Home LSD
Il Blog
degli studenti
Login Link Facebook Link Instagram
LSD - Lo sapevi del Club 27 pt4: Kurt Cobain
Valerio Cianfanelli 11-01-2018 31

Anche questa settimana ritorna la classica rubrica “LSD - Lo sapevi di”, ed anche questa settimana torneremo a parlare del Club 27, facendo però un balzo di venti anni in avanti. Dai mitici anni a cavallo tra il ‘60 ed il ‘70, anni di ribellione, novità e nuovi ideali, agli anni ‘80-’90, un periodo più scarso di novità ma comunque prolifico musicalmente, specialmente per una band ed il suo frontman che diverranno gli idoli di quella generazione: i Nirvana ed in particolare Kurt Cobain.

 

È proprio a Kurt Cobain che sarà dedicata questa uscita di “LSD - Lo sapevi di” entrato nel Club 27 per sua “volontà”; infatti il cantante simbolo dei Nirvana si suicidò sparandosi in testa a metà anni ‘90 durante l'apice della sua carriera, a differenza di Hendrix o Joplin che morirono per cause legate alle loro dipendenze. Cobain ebbe un’infanzia fortemente travagliata, già all'età di 9 anni scriveva sul muro della sua stanza “Odio mamma, odio papà” nel periodo in cui i due genitori stavano per separarsi. Separazione che segnerà fortemente la sua vita, come la segnerà anche la sua particolare vivacità infantile che lo porterà a dover assumere già da bambino delle pasticche di Ritalin, un farmaco usato per frenare l’iperattività. Recenti studi hanno dimostrato che questo farmaco preso in giovane età può portare a sviluppare dipendenze da altre droghe in età adulta.

La sua prima chitarra gli fu regalata dallo zio nel 1974, era un’elettrica della Blue Hawaii, uno strumento “più buono da far vedere che da suonare”. Kurt era ambidestro ma decise di imparare a suonare con la sinistra perché non c'erano molti chitarristi mancini e per lui poteva essere un segno distintivo. Da giovane per un periodo iniziò a fare una serie di cortometraggi in Super-8, insieme al suo amico e futuro compagno nei Nirvana Krist Novoselic, uno dei primi era una riproduzione della “Guerra dei Mondi”, con gli alieni che atterravano nel giardino di casa Cobain, mentre uno degli ultimi contiene una scena finale in cui Kurt si suicida.

 

Anche per un cantante ribelle come Kurt non poteva mancare un arresto, il motivo? Vandalismo. Nel 1986 infatti Cobain venne arrestato per aver scritto su un muro ad Aberdeen “God is gay” e “Homosex rules”. Fu condannato a 30 giorni di carcere più una multa, ma se la cavò con la condizionale. Nell’anno successivo, 1987, nacquero i Nirvana. Il loro primo tour europeo dell’89 fece tappa anche a Roma, nello storico Piper Club. Questo concerto non andò molto bene per vari problemi tecnici e si racconta di quella sera di un Cobain arrabbiatissimo che spaccò una chitarra e salì sugli amplificatori minacciando di buttarsi giù.

 

Soffriva di disturbi bipolari e di bronchite cronica. Ebbe anche dei forti problemi allo stomaco, probabilmente dovuti ad un’ulcera, tanto che vomitava prima di ogni concerto. Fu proprio a causa di questi dolori fisici che iniziò ad essere dipendente dall’eroina, o per lo meno questa era la scusa che usava, “se mi sento sempre come un tossico tanto vale diventarlo” scrisse nel suo diario. Cobain, come Joplin ne diventò fortemente dipendente, arrivava a spendere 400 dollari di dosi al giorno.

Nel ‘90 conobbe Courtney Love, la sua futura moglie, in un club di Portland chiamato Satyricon. Se ne innamorò dal primo momento e due anni dopo, nel febbraio del 1992, si sposarono alle Hawaii. Per l'occasione Kurt indosso un pigiama verde perché si riteneva troppo pigro per indossare uno smoking. Insieme a Courtney ebbe una sola figlia Frances Bean, sei mesi dopo il matrimonio.

 

Durante un’intervista a Rolling Stone, il suo amico Novoselic, raccontò un aneddoto stravagante a proposito di Kurt: amava ritagliare immagini di carne dai volantini dei supermercati per poi incollarci sopra delle orchidee. “Cosa voleva dire? Non ne ha mai spiegato il senso. Ma rideva”. Un'altra curiosità su Kurt è legata al film “Pulp Fiction” di Tarantino; il regista infatti, scrisse la parte dello spacciatore Lance pensando proprio a lui e gli propose di recitare nel film. A causa dei numerosi impegni però Kurt fu costretto a rifiutare anche se fu lusingato dalla proposta di Tarantino.

Nel ‘93 prima di un concerto a New York Cobain andò in overdose da eroina, la moglie Courtney Love che lo vide per prima gli iniettò del Naxalone che lo fece risvegliare. Poco dopo Kurt era sul palco ad esibirsi in uno dei concerti che i fan ricordano come una delle migliori performance dei Nirvana. Cobain fu sempre ossessionato dalla morte e diede molti segnali di quello che sarebbe stato il suo ultimo gesto. Tra le tante il sopracitato cortometraggio, oppure durante un concerto si esibì con una maglietta con su scritto “I hate my self and I wanna die”, o ancora l’emblematica scenografia della celebre performance dell’MTV Unplugged di New York in cui era circondato da lampadari di cristallo e candele nere, qualcuno gli fece notare “Sembra un funerale”, e lui con tutta naturalezza rispose “Esattamente”.

 

Un mese prima di morire tentò il suicidio a Roma, nell’Hotel Excelsior di via Veneto, mandando giù un cocktail di 60 pastiglie di Roipnol e champagne; si svegliò 3 giorni dopo dal coma e come prima cosa chiese un frullato alla fragola. Il 5 aprile 1994 fu la moglie la prima a trovarlo morto con in mano il biglietto di addio e con accanto il fucile che usò per spararsi in testa. In questo biglietto si rivolgeva al suo amico immaginario Boddah e citava Shakespeare “Il mio dottore dice che, come Amleto, devo scegliere tra vita e morte. Sto scegliendo la morte.” Si sparò con il suo fucile, un Remington M-11 e l'autopsia rilevò ingenti quantità di eroina e Valium nel sangue.


 

HOT TOPIC
LA MARIJUANA LEGALE INVADE ROMA: ECCO DOVE TROVARLA
Marijuana legale? Si. Dove trovarla? QUI:
16442
5 EURO PER UN ANNO DI MUSEI A ROMA. COME? CON LA TESSERA MIC.
Nasce MIC , la tessera annuale che permetterà l'accesso illimitato a tutti i musei pubblici della capitale, comprese le mostre temporanee.
4395
ELEZIONI 2018: LEGGE ELETTORALE, PROGRAMMI E COME VOTARE
Elezioni politiche 2018: vi mostriamo la spiegazione dei criteri della legge elettorale, come si vota e i programmi delle forze politiche in gara.
720
Ritornano i Cinemadays, il Cinema a Tre Euro
Ritornano i Cinemadays : per 15 giorni all'anno, i biglietti del cinema a 3 euro.
689
5 METODI DI STUDIO MIGLIORI DEL TUO (E 5 DA EVITARE)
Se credete di avere un metodo di studio estremamente utile ed efficace, forse è arrivato il momento di ricredersi. Lo dice la scienza.
639
CROLLA TETTO DEL LICEO VIRGILIO DI ROMA
Crolla una parte del solaio dell'istituto. Studenti evacuati gridano la loro rabbia su Facebook:" tragedia sfiorata"
593
CHI E' LIBERATO? I SEGRETI SULL'IDENTITA' DEL RAPPER NAPOLETANO
Sono tanti gli idizi che ricostruiscono la vera identità di Liberato, il rapper napoletano che spopola nelle classifiche musicali italiane.
496
AMAZON KEY, IL PRODOTTO ARRIVA A CASA ANCHE QUANDO NON CI SEI
"Not at home? Not a problem": Amazon prende in prestito le tue chiavi di casa e consegna il prodotto anche se non sei fisicamente presente. 
494
STICKERS FESTIVAL: 2^ EDIZIONE DEL FESTIVAL DEGLI ADESIVI DELLA CAPITALE
Torna lo Stickers Festival di Roma, una manifestazione ad hoc per gli amanti e i collezionisti di adesivi della capitale.
487
5 BUONI MOTIVI PER FIDANZARSI CON UN RAGAZZO DEL CLASSICO
Stilosi, intellettuali, romantici: fidanzatevi con un ragazzo del classico!
487
MEME
SONDAGGIO
SCENA MUSICALE EMERGENTE

APPREZZI IL NUOVO STILE "TRAP"?