Home LSD
Il Blog
degli studenti
Login Link Facebook Link Instagram
INSTAPOETS, I POETI DEL TERZO MILLENNIO
Vittorio Santaniello 08-10-2017 184

Segnatevi bene questo termine: instapoets. Sì, perché ha rivoluzionato la concezione di poesia. Cari poeti, prestate attenzione e, se vi va, diventate instapoets.

 

Cosa sono gli instapoets? Sono semplicemente poeti che pubblicano i loro componimenti su Instagram, spesso riuscendo ad arrivare al successo. L’effetto è spesso frase da bacio perugina, ma talvolta gli autori riescono a colpire nel segno, riuscendo ad attirare migliaia di followers.

 

Alcuni nomi di instapoets famosi? Lang Leav, Atticus, Najwa Zebian, Tyler Knott Gregson, Nikita Gill. Un assaggio? “A sky/ full of stars/ and he/ was staring/ at her” che può essere tradotto “Un cielo pieno di stelle e lui la stava fissando”. Insomma, molto fumo e poco arrosto.

 

Risultati immagini per a sky full of stars and he was staring at her

 

Certo, a chi critica il fenomeno degli instapoets, si potrebbero leggere solo due versi del poeta ermetico Giuseppe Ungaretti:“Mi illumino/ d’immenso”. Il paragone però non regge, è troppa la differenza tra gli instapoets e gli autori antichi, in primis Ungaretti.

 

Per Marco Santagata, ad esempio, grande esperto di letteratura italiana, il paragone non regge perché gli autori delle avanguardie, tra cui quella ermetica, si sottraggono alla mercificazione, scrivendo testi ai limiti dell’illeggibilità. Gli instapoets, al contrario, “danno in pasto” ai social network i propri sentimenti. Il giudizio dello studioso è, quindi, molto duro.

 

Ma condividere la propria intimità sui social è la base della instapoetry. Su questo paradosso si basa tutto il fenomeno delle poesie virtuali. Ma, per chi scrive poesie online, il silenzio teatrale, il silenzio della poesia si possono raggiungere anche sui social network. "Quale è, infatti, uno dei luoghi più silenziosi del mondo se non la rete?" Si chiede uno dei più prolifici degli instapoets, Catalano. Il suo giudizio è chiaro: l’intimità degli instapoets non è violata, perché protetta dal silenzio della rete.

 

Un’altra caratteristica basilare della instapoetry è la forma. Le poesie di instagram sono brevi, concise, semplici e facili da comprendere. Insomma, rispecchiano nient’altro che la natura dei social, fondati sulla rapidità e sull’effetto scenico. Ma se la poesia è ormai solo rapidità ed effetto scenico, che ruolo ha il contenuto della stessa poesia? «Se l’arte fosse solo emozione, comunicazione e efficacia, che differenza ci sarebbe tra arte e pubblicità?» si chiede, infatti, il poeta “su carta” Gian Mario Villalta.

 

Villalta sentenzia, quindi, che i social sono il luogo della comunicazione, ma non quello della poesia.

 

In ogni caso, però, comunque la si pensi, gli instapoets hanno un grande merito: sono riusciti a rendere popolare un genere letterario molto di nicchia (solo il 5% dei titoli pubblicati appartiene al genere della poesia), portando la sensibilità e la leggerezza del verso nella rete.

 

Pur essendo, però, la poesia un genere letterario molto di nicchia, gli instapoets sono coccolatissimi dagli editori. L’instapoet Atticus, per esempio, ha firmato un contratto con Simon&Schuster, una grande casa editrice statunitense, mentre la poetessa Lang Leav con Andrews McMeel, altro noto editore americano.

 

Cari poeti, se credete nell’instapoetry, fatevi avanti! Non fatevi false illusioni, però: la strada da percorrere per arrivare in cima è faticosa e lunga e il successo è breve!

 

 

HOT TOPIC
5 BUONI MOTIVI PER FIDANZARSI CON UN RAGAZZO DEL CLASSICO
Stilosi, intellettuali, romantici: fidanzatevi con un ragazzo del classico!
9403
DIPLOMA IN QUATTRO ANNI: SI PUO' FARE?
Al via la sperimentazione. Dal 2018, in Italia ci si potrà diplomare in soli quattro anni.
4921
Una Festa Al Mamiani: Ecco Perché l'Italia Non Fa Schifo
Questo tipo di iniziative sono tra quelle che rendono la scuola italiana imbattibile, in tutto il mondo, sul piano culturale, formativo ed educativo.
2935
ECCO I 7 MOTIVI PER CUI I VECCHI NON DOVREBBERO AVERE LA PATENTE
Tutti coloro che guidano per le strade metropolitane hanno un temuto nemico: i vecchi al volante.
2194
I 5 LAVORI PIU' STRANI DEL MONDO
Penserete che vi stiamo prendendo in giro ma invece,  per quanto vi potranno sembrare assurdi, esistono realmente, altrimenti non sarebbero i lavori p
1578
COME STUDIARE VELOCEMENTE? TECNICHE DI LETTURA VELOCE E MEMORIZZAZIONE
Studiare velocemente non sarà più impossibile con le tecniche di lettura veloce e memorizzazione!
1266
RIAPRE L’ATTICO DEL COLOSSEO, LA TERRAZZA DEL POPOLO
Dal 1’ Novembre il Colosseo di Roma ritroverà il suo antico splendore, grazie alla ri-apertura dell’attico del Colosseo, con nuovi percorsi guidati
1054
SE DOVETE VIAGGIARE ALZATEVI ALL'ALBA. SOLO COSI CAPIRETE LA VITA.
957
LSD - lo sapevi di… Napoleone Bonaparte
LSD - lo sapevi di è una nuova rubrica che si occuperà di alleggerirvi lo studio con simpatici aneddoti storici che i vostri prof non vi diranno mai
637
CROLLA TETTO DEL LICEO VIRGILIO DI ROMA
Crolla una parte del solaio dell'istituto. Studenti evacuati gridano la loro rabbia su Facebook:" tragedia sfiorata"
539
MEME
SONDAGGIO
INFORMARSI PER CRESCERE

Quale canale di informazione preferisci utilizzare?